Una storia vera, di David Lynch

Standard

the-straight-story (1)

Quando i miei figli erano piccoli, facevo un gioco con loro. Gli davo un rametto ciascuno e dicevo loro di spezzarlo. Non era certo un impresa difficile. Poi gli davo un mazzetto e dicevo di provare con quello. Ovviamente non ci riuscivano. Quel mazzetto, gli dicevo, quello è la famiglia.

La vita di un ultrasettantenne contadino dell’Iowa, Alvin Straight, viene scossa dalla notizia dell’infarto capitato al fratello Lyle, residente nel Wisconsin. I due non si parlano da dieci anni a causa di vecchie liti e rancori, ma Alvin, mezzo cieco e costretto a camminare con due bastoni a causa di un problema alle anche, decide di affrontare ugualmente un incredibile viaggio per andare a sincerarsi delle condizioni del fratello, spinto dal desiderio di riappacificarsi con lui. Alvin, oramai vedovo, vive con la figlia Rose, una donna che “qualcuno direbbe ritardata, ma non è così, sa molto bene quello che conta veramente nella vita”. Senza patente e risoluto ad affrontare il viaggio da solo, l’unico mezzo di trasporto che Alvin può guidare è un piccolo tagliaerba. Inizia così un’avventura che lo porterà a percorrere quasi quattrocento chilometri in sei settimane, attraverso i campi coltivati e le strade rettilinee del Midwest, Durante il tragitto Alvin farà numerosi incontri: una ragazza scappata di casa, un gruppo di ciclisti, una famiglia accogliente, un reduce di guerra, due meccanici gemelli e un prete, solo per citarne alcuni. Tutti offriranno aiuto al protagonista, tutti ne riceveranno i consigli.

the-straight-storyIl film, presentato in occasione del 52°Festival di Cannes, si basa una vicenda realmente accaduta e contiene, nel titolo originale, un gioco di parole: “The Straight Story”, tradotto appunto come “Una storia vera”, significa anche “La storia di Straight”. Si tratta di una pellicola semplice e poetica, che ho amato fin dalla prima visione. Molti sono gli spunti di riflessione, molti i temi trattati: il viaggio, i rapporti famigliari, la solitudine e, più in generale, la bellezza della vita. Il tutto arricchito dalla colonna sonora sublime ed essenziale di Angelo Badalamenti, che fa da sottofondo ai paesaggi rurali americani presenti nel film, ai casolari, alle fattorie, ai grandi macchinari per la coltivazione e agli immensi campi di grano immortalati da meravigliose riprese aeree. A impreziosire ulteriormente il film, la commovente interpretazione del suo protagonista, Richard Farnsworth, valsagli una nomination all’Oscar. Vecchio stuntman del cinema americano, Farnsworth divenne celebre proprio in seguito alla pellicola di Lynch, girata soffrendo a causa di un tumore alle ossa in fase terminale. Si suiciderà poi appena dopo l’uscita del film nel suo ranch in New Mexico.

                                                                                                                                                                          G.M.

“Non si dovrebbe pensare alla vecchiaia quando si è giovani”. “Ci sarà del buono nella vecchiaia?” “Sinceramente non so cosa ci sia di buono a ritrovarsi cieco e zoppo allo stesso tempo. Certo alla mia età posso dire di aver visto quello che valeva la pena di vedere. Ho imparato a separare il grano dalla crusca e ho imparato ad ignorare le sciocchezze”. “Allora qual è la cosa peggiore della vecchiaia Alvin?” “La cosa peggiore della vecchiaia è il ricordo di quando eri giovane”.

È da molto che sei in viaggio? Beh praticamente da tutta la vita.

968full-the-straight-story-screenshot

Anno: 1999

Durata: 122 min

Regia: David Lynch

Interpreti: Richard Farnsworth, Sissy Spacek, Harry Dean Stanton

Annunci

Un pensiero su “Una storia vera, di David Lynch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...